L’importanza nel conoscere le norme

gio che scrive IMG_7157

…che dirigono l’istituto dell’istruzione familiare
Autori: A. Milesi, L. Foti

Di solito, quando intraprendiamo un’attività nuova, non importa cosa, da giocare a Monopoli ad aprire un negozio, dobbiamo informarci su come fare,  su quali regole (o leggi) controllano quell’attività, e su come altri hanno fatto per portare avanti lo stesso progetto.  Non è diverso per la scelta di educare ed istruire i figli senza la scuola.

Proprio in questo caso, quella che possiamo denominare “giungla” legislativa, ci costringe in un certo senso a fare lo sforzo di approfondire questa materia per avere una terraferma su cui approdare. E’ difficile procedere in questo ambito se non si ha una conoscenza profonda delle leggi che regolamentano questo istituto. A questo proposito, la lista di leggi e articoli che il sito vi propone andrebbero letti con calma, ordinati mentalmente in base alla loro competenza, importanza e grado, in modo di capirne la gerarchia e le implicazioni dell’uno nell’altro.Dico questo perché,  anche se non sono giurista di professione, a mio modesto avviso è difficile districarsi in questa lettura senza cadere nello sconforto delle contraddizioni o delle interpretazioni che spesso si rincorrono e non si complementano.

Un caso su tutti è quello degli esami d’idoneità dove c’è un vuoto legislativo di riferimento a livello parlamentare, anche se numerose Circolari Ministeriali ne indicano l’obbligatorietà. In questo caso il vuoto legislativo è riempito da un parere esecutivo (un Ministero), che però, per questioni di competenze (i poteri legislativo ed esecutivo in Italia sono separati), non può essere sostituito in toto. Ossia, a meno di un ordinamento parlamentare, le attuali Circolari Ministeriali orienteranno il lavoro dei Dirigenti Scolastici con i quali ci si deve imbattere necessariamente nel momento in cui si dichiara di avvalersi dell’Istruzione familiare,  senza però determinare una vera e propria obbligatorietà dello stesso esame se si rimane dentro l’istituto dell’istruzione parentale.

Senza dilungarci ulteriormente in questo esempio, immaginate quanto possano essere differenti i vari comportamenti sia dei dirigenti scolastici che dei genitori alle prese con queste questioni. Va da sé perciò, che arrivare ad un appuntamento con le Istituzioni, sprovvisti delle più basilari conoscenze legali, porta ad uno stato di profonda confusione e ansia, tanto da necessitare l’intervento di un esperto legale, ed un aggravio di costi e di tempo per la famiglia.

Concludiamo invitando tutti coloro che già si avvalgono dell’istruzione parentale o che stanno meditando di esercitarla, di ritagliarsi del tempo anche per approfondire la conoscenza delle norme giuridiche: non è infatti sufficiente iscriversi a qualche forum di discussione tematico per riuscire a risolvere i propri problemi o dubbi. Sicuramente lo strumento di internet e delle reti di genitori sono un ottimo ausilio, ma in nessun momento sono in grado di governare e dirimere tutte le questioni che durante la vita formativa si presenteranno. Ci sarà sempre un momento in cui i dubbi e le domande saranno talmente complesse da necessitare di recuperare questo terreno. Perciò, il nostro consiglio è quello di affrontarlo in fase preliminare, con la stessa forza ed intensità con cui si affrontano le questioni pedagogiche, sociali, relazionali.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: