Come funziona una “scuola” familiare?”

In evidenza

Come funziona, cosa si fa di preciso?

In realtà, non esiste una giornata tipica per tutti. Esistono tanti modi di fare scuola familiare quante sono le famiglie che la praticano. Per questo diventa arduo dire “come si fa” proprio perché non esiste una modalità standard per ogni famiglia,  ne per il luogo, ne per l’approccio. Ogni bambino è diverso dagli altri, ha i propri bisogni, attitudine, capacità e interesse diverse. Allo stesso modo, ogni famiglia è diversa dall’altra,  perché le sue relazioni interne e il suo rapporto col mondo sono in continua evoluzione. Continua a leggere

Dovunque Andrai, di Scuola Parlerai…

In evidenza

IMG_5292Dovunque andiamo, ovunque ci troviamo, inevitabilmente la conversazione ci porta a parlare della scuola, delle sue molte mancanze –di soldi, di materiali didattici, di strutture idonee e vivibili, di approcci innovativi che rispettino i bisogni individuali del bambino. Si parla della violenza e del bullismo che continuano ad aumentare. Appena ne parlano, la nostra attenzione è catturata dalle notizie che riportano i giornali e i telegiornali.

Ultimamente sempre più famiglie in Italia si decidono a prendere in mano la situazione, creando un’alternativa possibile ed individualizzata per i loro figli tramite l’istituto dell’istruzione familiare. Continua a leggere

Istruzione familiare – “Homeschooling” in Italia

In evidenza

In  Italia, l’istituto dell’istruzione familiare è denominato in vari modi: scuola familiare, scuola paterna, istruzione familiare, istruzione parentale, educazione parentale,  e, dall’inglese, “homeschooling” e “home education.”  Chi sceglie di fare la scuola familiare è chiamato spesso un “homeschooler” oppure un “home educator.” Ma lo sappiamo tutti che l’abito non fa il monaco. Continua a leggere

E’ Legale non Mandare i Bambini a Scuola?

In evidenza

Certo che sì! In Italia, la possibilità di fare istruzione familiare è sancita dalla nostra Costituzione, articoli 30, 33, e 34 ed è regolata da varie normative importanti, quindi si tratta di una possibilità pienamente prevista dalle nostri leggi, che purtroppo gode di poca considerazione. Continua a leggere

manifesto

In evidenza

Questo sito vuole essere d’ispirazione affinché ogni famiglia possa scegliere e costruire il proprio modo di portare avanti l’educazione e l’istruzione con i propri figli.  Per questo pensiamo che sia importante una buona comunicazione tra le istituzioni, le persone che le rappresentano e le famiglie che scelgono di istruire ed educare personalmente i loro figli. Continua a leggere

Link

Un educazione degna del XXI secolo: una rivoluzione educativa per adattarsi alle esigenze di apprendimento del mondo moderno, tramite l’articolo di it.euronews.com esploriamo alcuni approcci innovativi.

Stati Uniti: le virtù dell’innovazione
Gli educatori valutano il futuro della loro professione e una delle parole più utilizzate è “innovazione”. Un termine diventato concreto nel prestigioso Istituto WYSS di Boston, dove ci si propone di reinventare la medicina del XXI secolo.
Esperti internazionali vi si recano regolarmente. Di recente una delegazione delle Università francesi e i dirigenti delle Grandes écoles hanno voluto scoprire come in questa città americana, didattica e ricerca includano idee innovative. Questo istituto privato vicino all’Università di Harvard è definito tra i piú all’avanguardia nella ricerca.

Le parole chiave qui, sono collaborazione tra discipline e vicinanza con partner professionali, come quella con uno degli ospedali più importanti di Boston. Un approccio all’insegnamento che costituisce i nuovi canali educativi di domani.

Ken Robinson: “Il buon insegnante è un alchimista”
Oltre 25 milioni di persone hanno assistito alle sue conferenze TED: Ken Robinson, consigliere accademico internazionale sull’istruzione, è oggi uno dei più influenti esperti di educazione in tutto il pianeta. Aurora Velez lo ha intervistato a Parigi.
In uno dei suoi ultimi libri, ‘Dell’elemento’, Ken Robinson spiega che i talenti a scuola vengono inibiti: “Spesso – dice – la scuola ignora il reale talento dei giovani e non lo fa emergere.”

Per l’esperto, “il buon insegnante è un alchimista: si possono creare cose meravigliose da elementi che sembrano poco promettenti; tutti i ragazzi hanno un grande potenziale, è il ruolo del sistema educativo che deve aiutarli a realizzarlo”.

“Scuola 42” sconvolge i codici
Parigi, la Scuola 42 fondata da, Xavier Niel, intende sconvolgere i codici. Senza esami di ammissione, nessun insegnamento formale e nessun orario: è molto insolito. Gli studenti della Scuola 42 studiano la programmazione del computer usando l’apprendimento peer-to-peer .
La prima sezione di apprendimento inizia con Charlotte, che non ha alcuna laurea e per questo è stata scelta tra 70.000 candidati.
“I valori trasmessi sono completamente differenti dai valori canonici – spiega -. I valori trasmessi ai giovani d’oggi sono orientati fortemente verso il lavoro individuale. Esattamente al contrario di quello che viene fatto oggi nell’era digitale”.

“Se si vuole avere una start up che funzioni – dice – , è necessario disporre di persone che lavorano in modo diverso. Nel nostro sistema attuale, casta assoluta dove se siete nati nel posto giusto è possibile accedere alla scuola buona, per definizione, alla fine si ottiene tutti la stessa cosa, tutti si va nella stessa direzione”.

Rivoluzione, evoluzione o semplice atto di consapevolezza?
>>> Per leggere l’articolo originale
>>> Per altri articoli sull’apprendimento dal sito It.euronews.com

Curiosità su Einstein

Citazione

Praticamente muto fino a nove anni, la sua prima frase fu “La zuppa è troppo calda”, pronunciata a tavola insieme ai genitori. I signori Einstin, che lo pensavano ritardato, gli chiesero perché non avesse mai pronunciato una parola prima. La sua risposta è entrata nella storia: “Perché fino ad ora tutto era a posto”.

–dal sito Wired.it

Un anno a scuola, un anno a casa (prima parte)

Testimonianza di vita e dell’esame di idoneità alla terza elementare (prima parte)
di Daniela Palma

danipa1

un anno a scuola, un anno a casa

Premessa:
Emma ha avuto un rapporto difficile con la scuola, a partire dall’asilo.
Abbiamo (sbagliando, secondo me) provato un primo inserimento nella classe primavera a 2 anni e mezzo: è stato traumatico, una brutta scuola, maestre incompetenti…
Abbiamo riprovato l’anno successivo nella pubblica di quartiere, all’inizio sembrava interessata ma dopo venti giorni la bambina mostrava solo tristezza all’idea di andare a scuola quindi abbiamo scelto di ritirala. Continua a leggere

Ken Robinson : “La rivoluzione educativa avverrà a partire dalla base”

Intervista con Ken Robinson
A cura di Emmanuel Davidenkoff
Traduzione di Marika Novaresio
Pubblicato con la gentile concessione di Sophie Blitman di EducPros.fr

Sir Ken Robinson

Sir Ken Robinson è ad oggi uno dei più influenti esperti d’educazione sulla scena internazionale.  Specializzato sulla creatività e sull’innovazione, questo accademico inglese, oggi installatosi negli USA, ha seguito le riforme educative di molti governi in tutto il mondo. In occasione del “Salon des grandes écoles” di Parigi, il 12 dicembre 2013 era presente come invitato di EducPros, due mesi dopo l’uscita in Francia del suo libro “L’elemento”, un successo editoriale tradotto in 22 lingue e co-scritto insieme a Lou Aronica; questo libro è una vera arringa per una scuola che dovrebbe riuscire ad aiutare a trovare “la chiave del benessere”. Continua a leggere

Evento: Convegno Summerhill 2014 a Ravenna

Convegno Summerhill 2014 a Ravenna:

Dal sito “la Lucertola.org”

Mentre si sta organizzando il nuovo tour di Michael Newman, insegnante alla Summerhill school che sarà ospite dell’associazione per questa prima metà di settembre, a Ravenna si è avviato un tavolo di lavoro presso la Casa delle Culture per progettare ed organizzare un convegno per l’11 settembre. Esso vedrà il testimone della scuola più alternativa e contrastata al mondo affianco ad altri esperti trattare di partecipazione, diritti ed l’intercultura negli ambienti educativi (in specifico la scuola), facendo focus sulle “regole come problema, regole come risorsa”.

Esame di idoneità per la 2a: idonea sì, ma per continuare a casa :)

apple and booksVita ha 7 anni e segue un percorso di scuola familiare. Per ragioni personali, insieme alla sua famiglia ha sostenuto un esame di idoneità in quello che per la scuola coincide con la fine dell’anno scolastico. La sua mamma ha annotato le seguenti memorie: Continua a leggere

Alternative Education Virtual Film Festival

 Film Festival “Alternativa per l’Educazione e l’Istruzione Alternativa”

Un film-festival virtuale dove si può, per tutto il mese di Agosto, accedere gratis o per pochi spiccioli per guardare diversi film-documentario sull’apprendimento, l’istruzione, e l’istituzione scolastica.
Cito dal sito:

Molti di noi danno per scontato la nostra istruzione.  Ma cos’è che veramente abbiamo appreso a scuola, e chi ha deciso cos’era importante sapere per noi?  C’è un divario tra quello che abbiamo imparato in aula dai nostri insegnanti e compagni, e quello che avevamo bisogno di  sapere nell’interezza della nostra vita? Il tipo di educazione/istruzione che riceviamo cosa ci dice del mondo in cui ci prepara ad entrare?

Questi, e tante altre domande saranno affrontate nei 7 documentari scelti per il film festival sull’educazione e istruzione alternativa.  Dall’homeschooling all’unschooling, da Buenos Aires all’Himalaya, e dal “common core” degli Stati Uniti ai programmi autogestiti dei tanti che apprendono in famiglia, speriamo che questi video  vi potranno stimolare e ispirare a pensare in merito al ruolo dell’insegnamento nella costruzione della vostra vita e del mondo.

 

I film sono sette:

La Educaciòn Prohibida
(L’Educazione Proibita)
Se ne parla qui in italiano:

In questo film-documentario, che a pochi giorni dall’uscita ha già raggiunto circa 1.000.000 di visualizzazioni, numerosi co-produttori (l’elenco completo è visualizzabile sul sito ufficiale) sono riusciti a raccogliere le esperienze di 90 tra educatori, psicologi, genitori e professionisti dell’educazione alternativa operanti in otto paesi del Sud America ed in Spagna.
L’obiettivo principale del film è quello di alimentare un dibattito sociale sui fondamenti che sostengono la scuola, promuovendo lo sviluppo di una formazione completa del bambino centrata sull’amore e la libertà rispettando al contempo i processi di apprendimento dei singoli individui.

Disponibile: tutto il mese
Link per la visione:
spagnolo: http://www.youtube.com/watch?v=-1Y9OqSJKCc
italiano: https://www.youtube.com/watch?v=UEgeclH3kyo
Costo: gratis

Data e ora dell’intervista: martedì, 5 agosto alle 19:00 EST – Watch here!
Link al Forum (inglese): Homeschool+ Conference Discussion Group

***

The War On Kids

“Concentrandosi sull’istruzione pubblica, “The War on Kids” (“la guerra sui bambini” n.d.t.) dimostra come le scuole americane siano diventate simili alle carceri, conseguentemente alla paura e alla dilagante intolleranza giovanile: è reso evidente come l’ambiente oppressivo abbia delle ripercussioni a lungo termine. In conclusione, la democrazia stessa risulta sotto assedio.”

Disponibile: tutto il mese
Accesso gratuito da Agosto 1-7 con il codice promozionale “Spectacle”
Link per la visione gratuito: https://vimeo.com/101334874
Link per la visione: http://www.amazon.com/The-War-Kids-n/dp/B005O730CO
Prezzo: $2.99 per l’affitto disponibile su Amazon.

Free to Learn

“Free to Learn” (“Liberi di imparare” n.d.t.) è un documentario di 70′ che si pone in una prospettiva di osservazione degli avvenimenti quotidiani a “The Free School” ad Albany, New York.  Come succede in molte scuole democratiche contemporanee, alla “The Free School” i bambini sono chiamati a decidere da soli come trascorrere i propri giorni. The Free School, tuttavia, è l’unica a oltrepassare gli ostacoli che impediscono a scuole simili di raggiungere studenti in differenti condizioni socio-economiche e razziali e opera nel cuore di un quartiere del centro della città. Per trent’anni, in quello che forse è il più radicale esperimento nell’educazione americana, questa piccola scuola del centro ha offerto ai suoi studenti completa libertà di apprendimento: non esistono classi obbligatorie, esami, tests, o compiti a casa, e le regole sono generalmente evitate, all’occorrenza, le regole vengono decise democraticamente da studenti e insegnanti, spesso su suggerimento di un alunno.

film disponibile: tutto il mese
link per la visione: http://vimeo.com/16115695
costo: gratis

—-

Grown without Schooling
(Cresciuti senza scuola)

Accompagnare 10 adulti homeschoolers provenienti da tutti gli Stati Uniti, con un’età compresa tra i 19 e i 31 anni, mentre analizzano e mettono in discussione spontaneamente la duratura influenza che l’educazione parentale ha avuto nella loro vita: prodotto ed edito per la comunità homeschooler  da una persona cresciuta con l’educazione parentale, questo documentario di 107 minuti è un sincero e spesso illuminante  ritratto dei trionfi e delle lotte in cui gli homeschoolers si imbattono da bambini, giovani e adulti.

film disponibile: tutto il mese
link per la visione: https://vimeo.com/ondemand/gws
costo: $15.95 sempre; $12.95 con il codice promozionale del festival (TBA on August 1)!

Schooling the World
(Scolarizzazione del mondo)

film disponibile: tutto il mese
Trailer: http://schoolingtheworld.org/film/hd-trailer/
link per la visione: http://schoolingtheworld.org/altedfilmfest/
costo: gratis solo per agosto 2014

Building the Machine
(La costruzione del sistema)

film disponibile: tutto il mese
link per la visione: http://www.youtube.com/watch?v=zjxBClx01jc
costo: gratis

The Ultimate History Lesson
(L’ultima lezione di storia)

film disponibile: tutto il mese
link per la visione: https://www.youtube.com/playlist?list=PL463AA90FD04EC7A2
costo: gratis